Tra città d’arte ed enogastronomia

Il Parco di Montebello si inserisce nel contesto dei Territori Matildici, nome derivante dalla figura di Matilde di Canossa, dominatrice di queste terre tra XI e XII secolo. La zona è caratterizzata da un sistema di incastellamento, volto a proteggerla dalle minacce provenienti dalla pianura, tra cui spiccano i castelli di Canossa, di Bianello e di Rossena.

Quattro Castella è infatti il nome del nostro paese, riferito ai quattro castelli che si ergevano sui rispettivi colli di Monte Vetro, Bianello, Monte Lucio e Monte Zane. Il nostro parco è attraversato dell’antica strada che da Reggio Emilia conduceva a Canossa, passando per Quattro Castella e proseguendo attraverso la Val d’Enza e i paesi pede-appenninici, tuttora percorsa a piedi, a cavallo e in mountain-bike.

Scoprite i nostri dintorni!

castello di canossa

Castello di Canossa (7 km, 15 min)

Il castello di Canossa è il più celebre castello reggiano. Oggi rimangono poche mura sulla sommità di un colle, ma un tempo fu la residenza di Matilde di Canossa. Proprio a Canossa, che si trova a 15 minuti dal Parco di Montebello, nel gennaio del 1077, l’imperatore Enrico IV si conciliò con papa Gregorio VII sancendo un episodio fondamentale nella lotta per le investiture che opponeva l’Impero e il Papato.

Per saperne di più www.castellodicanossa.com

castello di rossena

Castello di Rossena (11 km, 20 min)

Nel borgo di Rossena si trovava un possente castello, forse tra tutti il più bello e meglio conservato dell’intera area matildica. Nel secolo XI esso apparteneva a Bonifacio di Canossa, e nel XIII secolo fu incamerato dai Da Correggio che lo tennero fino al 1612, quando passò al ducato di Parma e nella prima metà del XIX secolo ospitò la duchessa Maria Luigia d’Austria, allora signora di queste terre.

Per saperne di più www.castellorossena.eu

reggio emilia

Reggio Emilia (15 km, 20 min)

La città di Reggio Emilia, che dista 15 km dal Parco, fu fondata dai Romani e sebbene la data sia imprecisata sappiamo che la città esisteva già nel 187 a.c. Nel Medioevo fu prima un libero Comune, poi entrò a far parte della Signoria degli Este e del Ducato di Modena di cui rimase parte fino all’Unità d’Italia, momento in cui diventò capoluogo di provincia. Da vedere il Teatro Valli, il Duomo, la Basilica di San Prospero, il Tempio della Beata Vergine della Ghiara. Non dimenticate poi una visita al Municipio e alla sala del Tricolore: a Reggio, il 7 gennaio 1797 fu presentata per la prima volta la bandiera italiana. Nei dintorni di Reggio Emilia è inoltre possibile visitare, con tour organizzati, i caseifici di produzione del Parmigiano Reggiano.

Per saperne di più: www.municipio.re.it

parma
parma

Parma (30 km, 40 min)

A 30 km dal Parco di Montebello potrete visitare l’antica e splendida città di Parma, anch’essa di fondazione romana: nel 183 a.C., lungo l’importante Via Aemilia, i Romani fondarono le due colonie gemelle di Parma e Mutina – Modena. Alla fine del Medioevo diventò capitale del Ducato di Parma e Piacenza, lo stato dei Farnese. Ai quali successero poi i Borbone che con Maria Luigia d’Austria, sposa di Napoleone, diedero al Ducato un importante ruolo internazionale. Da non perdere il Duomo romanico e il Battistero, La chiesa della Steccata, la Galleria Nazionale, il palazzo della Pilotta, il Palazzo Ducale. Nei dintorni di Parma è inoltre possibile visitare con tour guidati i salumifici che producono il celebre Prosciutto di Parma e i caseifici produttori del Parmigiano Reggiano.

Per saperne di più: www.turismo.parma.it

Castelli di Parma
Il favoloso patrimonio di rocche e manieri che accomuna le province di Parma e Piacenza ha portato nel 1999 alla creazione dell’Associazione “Castelli del Ducato di Parma e Piacenza”. Un vero e proprio Club di Prodotto, oggi composto da 22 manieri, che vede la partecipazione di proprietari privati ed enti pubblici nella veste di soci fondatori, ordinari e sostenitori, allo scopo di preservare gli antichi luoghi e offrire al pubblico la possibilità di visitarli.

Per saperne di più: www.castellidelducato.it

modena

Modena (38 km, 45 min)

Città di fondazione romana, oggi famosa per il celebre Aceto Balsamico, Modena divenne capitale del ducato degli Estensi nel 1598. Con alterne fortune partecipò nelle lotte tra le potenze italiane ed europee, e malgrado le ripetute occupazioni da parte degli eserciti stranieri, resiste ancora oggi con i suoi magnifici monumenti. Da vedere, tra gli altri, il Duomo, il Palazzo Ducale, il Palazzo Comunale e la Galleria Estense. E’ possibile inoltre organizzare visite guidare alle acetaie e alle cantine di produzione del Lambrusco.

Per informazioni: www.visitmodena.it

bologna

Bologna (90km, 1h)

La città di Bologna, i cui primi insediamenti risalgono al I millennio a.c., fu un importante centro urbano dapprima sotto gli Etruschi e i Celti, poi sotto i Romani e nel Medioevo, come libero comune. Capitale settentrionale dello Stato Pontificio, nel 1530 nella Basilica di San Petronio venne celebrata l’incoronazione di Carlo V Imperatore per mano di Clemente VII. La città rimase nello Stato Pontificio fino al 1796, quando con Napoleone arrivarono a Bologna le truppe francesi. Annessa poi al Regno di Sardegna, diventato Regno d’Italia, è oggi una delle città più ricche di storia. Da vedere, Piazza Maggiore, le due Torri e un gran numero di musei, palazzi e dimore storiche. Da non perdere FICO, il più grande parco agroalimentare del mondo.

Per informazioni: www.bolognawelcome.com

mantova

Mantova (102 km, 1h 20)

La città dei Gonzaga, indicata dall’Unesco come patrimonio dell’Umanità si trova ad un’ora di distanza dal Parco di Montebello. La città è caratterizzata dai tre laghi che la caratterizzano e l’avvolgono a semicerchio, conserva alcuni dei monumenti più importanti del Rinascimento italiano, come il Palazzo Ducale, il Palazzo Te, il Duomo, il castello di San Giorgio, il Palazzo della Ragione e la Casa del Mantegna.

Per informazioni: www.turismo.mantova.it